PATENT BOX

Il propulsore fiscale per ricerca ed innovazione

 

Cos'è

Il Patent Box è un'agevolazione fiscale disciplinata dall' art.1 commi dal 37 al 45 della legge 190/2014 e dal DM 28.11.2017 avente come oggetto la parziale esenzione dei redditi conseguiti dall' utilizzo di beni immateriali (intangible asset) e più precisamente:

  • Software protetti dal diritto d’autore;

  • Brevetti per invenzione industriale, sia concessi che in corso di concessione;

  • Invenzioni biotecnologiche e certificati di protezione complementari;

  • Brevetti o certificati per topografie, varietà vegetali e semiconduttori;

  • Disegni e modelli;

  • Modelli di utilità;

  • Know how aziendale riferito anche a processi industriali.

A chi è rivolto

L’opzione è disponibile per coloro che hanno diritto allo sfruttamento economico delle opere di ingegno precedentemente citate.
 

Il beneficiario del Patent Box, sostanzialmente, deve essere in possesso del bene immateriale oppure averlo a  licenza.

 

Possono usufruirne le seguenti tipologie di impresa:

  • Ditte individuali;

  • Società per azioni e in accomandita per azioni, SRL, società di mutua assicurazione e società cooperative, che siano residenti in Italia;

  • Enti pubblici e privati commerciali, residenti in Italia;

  • Enti non commerciali (solo per quanto riguarda il reddito di impresa);

  • Società in nome collettivo e in accomandita semplice;

  • Società non residenti, ma con organizzazione stabile in Italia, solamente se c’è scambio di informazioni e in presenza di un accordo contro la doppia imposizione fiscale.

VANTAGGI

Vantaggi Diretti

Detassazione del 50% sul reddito prodotto dallo sfruttamento del bene immateriale.

L’opzione ha una durata di cinque periodi di imposta ed è e irrevocabile, ma rinnovabile.

Il riconoscimento dell' agevolazione è indipendente dal fatturato, dal settore economico in cui si opera, dal tipo di contabilità adottata e dal titolo giuridico in virtù del quale si utilizzano i beni.

Ne consegue  che i redditi detassabili sono quelli derivanti da “opere dell’ingegno”: brevetti, copyright, modelli di utilità, formule oltre al know-how aziendale coperto da segreto industriale. Incentivi importanti che promuovono gli investimenti in R&D laddove la componente di know-how non brevettato è una prima assoluta, anche rispetto ai “patent box” di altre nazioni.

Pluralità di beni di diverse tipologie connessi tra loro da un vincolo di complementarietà, che vengono utilizzati ai fini della realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi da essere considerati come un solo bene immateriale ai fini delle norme sul Patent Box.

Detassazione totale delle plusvalenze nel caso di cessione dei beni immateriali se il 90% dei proventi verranno reinvestiti in R&D.

VANTAGGI

Altri vantaggi

L’individuazione di un reddito generato dallo sfruttamento di beni immateriali genera una corretta valorizzazione degli stessi ai fini patrimoniali, ancor più se avvalorata da terzi (Agenzie delle Entrate) attraverso il ruling nel caso di utilizzo diretto generando

contemporaneamente le seguenti collaterali ricadute:

  • Accesso al credito

  • Valutazione aziendali sia nel caso di cessione che di ripartizione delle quote

  • Corretta valutazione nell'ambito di eventuali trasferimenti tecnologici

Ed ancora, si patrimonializza e valorizza il Know-How aziendale che non esprimeva valore spendibile, ma veniva considerato uno degli aspetti competitivi dell' azienda.

Il patent box porta inoltre ad esercitare una corretta gestione dei beni immateriali consentendo di monitorare e gestire in modo analitico ogni bene immateriale o più beni legati da vincolo di complementarietà per:

  • Investimenti

  • Costi di gestione

  • Redditività

 
 

La nostra operatività

01

logo_box_verde.png

ANALISI PRELIMINARE

  • Verifica credenziali e requisiti

  • Analizza gli intangible presenti

  • Evidenzia le risorse necessarie

  • Valuta i vantaggi fiscali, patrimoniali e gestionali

  • Redige una proposta con costi e tempistiche di realizzazione

02

logo_box_verde.png

FASE OPERATIVA:

REALIZZAZIONE BOX

  • Intervista i vertici aziendali

  • individua gli intangibles

  • organizza il personale preposto

  • raccoglie la documentazione 

  • elabora  gli elementi probatori

  • realizza il documento finale del patent box

03

logo_box_verde.png

RULING

  • Svolgiamo l' attività di ruling presso l’Agenzia delle Entrate anche di concerto con i fiscalisti dell' azienda

 

IL QUADRO NORMATIVO

Legge n. 190 del 23 dicembre 2014 art. 1

Patent box, commi 37 – 43 dell’art.1 Legge 23 dicembre 2014 n. 190 (Legge di Stabilità)

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/12/29/14G00203/sg

Decreto interministeriale 30 luglio 2015 – Patent Box

Il decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze reca disposizioni di attuazione dell’art. 1, commi da 37 a 43, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

Il decreto è stato registrato alla Corte dei Conti in data 23 settembre 2015.

Decreto 30 luglio 2015

Circolare 36/E del 01-12-2015

Oggetto: Primi chiarimenti in tema di Patent Box – Articolo 1, commi da 37 a 45, della legge 23 dicembre 2014, n.190 e successive modificazioni e Decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze del 30 luglio 2015

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/298389/Circolare+36E+del+1+dicembre+2015_Circolare+Patent+Box+1122015.pdf/21a99eaa-d31a-8a13-6a1c-19b5bd74b9da

Circolare 11/E del 07-04-2016

Oggetto:  Chiarimenti in tema di Patent Box – Articolo 1, commi da 37 a 45, della legge 23 dicembre 2014, n.190 e successive modificazioni e Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze del 30 luglio 2015

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/298247/Circolare+11E+del+7+aprile+2016_AGE.AGEDC001.REGISTRO+BOZZE.0003638.06-04-2016-B_Circolare+11_sostituita.pdf/f57f6a0c-95c2-c2cd-bc82-dab230faf840

Decreto Legge del 24 aprile 2017 n.50 art. 56

Oggetto: Cancellazione dei marchi d’impresa dalla possibilità di fruire del patent box, attraverso la sostituzione del comma 39, abrogazione del comma 42- ter e conferma al comma 3 delle disposizioni precedenti relativamente alle opzioni esercitate per gli anni 2015 e 2016.

Estratto dalla GU Serie Generale n.95 del 24-04-2017 – Suppl. Ordinario n. 20

Decreto Legge 30 aprile 2019, n. 34 (art. 4)

Oggetto: Modifica alla disciplina del Patent box per i soggetti  titolari di reddito di impresa che optano per il regime agevolativo che  possono scegliere, in alternativa al Tax Ruling, di determinare e dichiarare il reddito agevolabile, indicando le informazioni necessarie alla predetta determinazione in idonea documentazione.

DL n. 34 – Art. 4

Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 658445/2019 del 31-07-2019

Oggetto: Attuazione della disciplina di cui all’articolo 4 del Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34

Provvedimento Direttore AdE n. 65844519 del 31-07-2019

Chiarimenti sulle nuove modalità di fruizione dell’agevolazione - circolare 2020

Oggetto: Chiarimenti sulle modifiche alla disciplina del Patent Box - Articolo 4, del Decreto Legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019, e Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 luglio 2019, protocollo n. 2019/658445

https://www.fiscoetasse.com/upload/Schema-circolare-autoliquidazione-patent-box-2020.pdf

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/agevolazioni/patent-box/cose-patent-box-imprese
https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/patent-box

Contatti

Il tuo modulo è stato inviato!

STUDIO FAIJA

since 1958

MILANO - VARESE

T: 371 - 3671115

email: patentboxitaly@gmail.com